8 idee regalo per le donne in dolce attesa

8 idee regalo per le donne in dolce attesa

Tutti vogliamo fare dei regali utili ad una donna incinta. Ancora di più se è la nostra compagna, la nostra migliore amica oppure una nostra parente.

Natale si avvicina e ho pensato di venirvi in aiuto in modo da non farvi trovare impreparati.

A dire il vero, penso siano regali graditi anche nel caso in cui la futura mamma compie gli anni durante la gravidanza. Alcuni di questi possono essere considerati anche come regalo nascita. Insomma, diciamocelo tutta, sono idee utili per un regalo che la futura mamma sfrutti al massimo durnte o dopo la gravidanza.

I regali a cui ho pensato non sono elencati in ordine di importanza e non sono sicuramente i soliti regali che siamo abituati a fare ad una donna in dolce attesa. Ma visto che abbiamo le case piene di oggetti di ogni genere e tipo e che appena nasce un bimbo tutti pensano di portarne altri, io ho pensato di fare una lista di regali utili alla mamma, al suo benessere e quindi, in modo implicito utili a tutta la famiglia.

Questi, a parte il primo, sono regali da fare in complicità con il compagno, la sorella, la migliore amica, oppure chiedendo direttamente alla futura mamma.

Nel caso in cui leggi questo articolo e sei in dolce attesa puoi usare questa lista per creare il tuo personale elenco dei desideri, da condividere con le persone care che sai che vogliono farti un bel regalo in occasione della festa natalizia oppure della nascita del tuo bebè.

Leggi fino alla fine perché ho preparato due sorprese per te e sono entrambe gratuite.


1. Datteri
Solitamente la prima cosa che viene in mente come regalo è qualcosa di dolce. Ecco. Dolce si, ma non i soliti cioccolatini.
I datteri oltre ad essere dolci, hanno benefici sul corpo della donna a fine gravidanza.

Esistono evidenze scientifiche che dimostrano il fatto che 6 datteri al giorno, nelle ultime settimane di gravidanza, possono contribuire a

– ammorbidire e preparare il collo dell’utero
– ridurre il bisogno di induzione
– ridurre i tempi del travaglio
– ridurre l’emoragia post parto

Approfittare dei vari mercatini per comprare datteri buoni e gustosi da portare in dono ad una donna incinta che si avvicina al momento della nascita.


2. Cuscino per la gravidanza
Man mano che la pancia cresce sembra che i cuscini a disposizione diminuiscono come grandezza. Un bel cuscino per la gravidanza potrebbe fare la differenza, offrendo sostegno al corpo durante il sonno oppure creando il “nido” ideale per i momenti di rilassamento durante la giornata.
Quale occasione migliore per andare a fare shopping insieme alla futura mamma e falle scegliere un bel cuscino che poi potrà usare anche in allattamento.

3. Incontro con la doula
“La doula è una figura professionale che si occupa del sostegno emotivo e del benessere della donna e della famiglia dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino. È una donna che – forte della sua esperienza personale e della sua formazione – offre un sostegno su misura, intimo e confidenziale, nel pieno rispetto delle scelte delle persone che assiste. Offre ascolto, informazioni, orientamento e accudimento pratico.
Un buon modo di definire l’attività della doula è che “fa da madre alla madre”.” (Mondo Doula)

La doula è figura professionale socio-relazionale, in possesso di titolo abilitante riconosciuto operante in ambito materno infantile in sinergia con gli altri professionisti della nascita.

La Doula in pratica può affiancare la donna in gravidanza per dare comfort emozionale e supporto nella ricerca della sua strada per il parto, così come lo desidera. Può essere lì per lei durante il parto, insieme al suo compagno. La Doula accompagna nel puerperio, quando potrebbero essere momenti di smarrimento e affaticamento o senso di inadeguatezza. Lei sarà lì per supportare, dare spazio e fiducia, accompagnare nella ricerca delle risorse che la donna ha già dentro se stessa, per poter superare questi momenti e uscirne rafforzata.

Puoi regalare un percorso con la Doula oppure solo un incontro, lasciando alla futura mamma la scelta del periodo in cui conoscere e usufruire dei servizi della Doula.


4.Osteopata
L’osteopatia affronta in modo globale i possibili disturbi che possono emergere durante la gravidanza e dopo il parto.

In gravidanza, l’osteopata valuta l’elasticità dei legamenti uterini e il tono del pavimento pelvico ristabilisce l’equilibrio per agevolare la fase espulsiva del bambino.
Il trattamento osteopatico, attraverso la valutazione della motilità gli organi circostanti all’utero, agevola sia il comfort del feto all’interno del grembo della mamma ma anche la funzionalità del sistema viscerale (capacità digestive e respiratorie).

Prima del parto tutte dovremo concederci un trattamento osteopatico, anche se non abbiamo nessun disturbo caratteristico della gravidanza. Chi lo ha provato può testimoniare.


5. Massaggio con il Rebozo
Il rebozo é un telo messicano usato dalle parteras(ostetriche) in tutte le fasi della gravidanza ma anche nel momento del parto.
 Rebozo-Manteada

Durante la gravidanza il Rebozo coccola, accoglie, sostiene e da sollievo attraverso il ritmo lento ed avvolgente che la persona che esegue questo massaggio trasmette, alle varie parti del corpo della donna incinta.

Regala un momento di relax alla futura mamma ma anche uno strumento che potrà essere usato dal futuro papà nelle ultime settimane di gravidanza o nel momento del travaglio per accompagnare la sua amata e farla rilassare.


6. Yoga in gravidanza
Il corpo della donna crea, nutre e sorregge un altro essere che si sta formando. La pratica dello Yoga consente di vivere in armonia tutti i mutamenti in atto. Con la pratica il corpo viene rafforzato, la zona pelvica ed il bacino trovano maggiore elasticità, la mente si centra in sé stessa e si calma.
Nello Yoga in gravidanza si acquisiscono tecniche di respirazione che aiutano a rilassarsi e portano una buona ossigenazione del sangue materno.

La respirazione profonda e consapevole accompagna in travaglio le onde del utero, continuando a mandare ossigeno al bambino, permettendo alla mamma di conservare le forze, senza affaticarsi.

Regala un paio di lezioni yoga per far provare alla futura mamma i benefici di questa pratica.



7. Consulenza babywearing per imparare a legare il bebè fin dalla nascita.
Se la futura mamma pensa di portare il suo bebè ma non sa quale sia il supporto adatto, questo potrebbe essere un regalo gradito.

Se non sai cosa ne pensa la mamma al riguardo, potresti accompagnarla a uno dei tanti incontri informati che le consulenti del portare organizzano sul territorio, in modo da poter capire meglio cosa significa babywearing e se può essere uno strumento utile per lei.
babywearing
“Portare i bambini in fascia riduca significativamente la frequenza e la durata del pianto nei primi 3 mesi di vita.
La fascia, da una parte, ricrea il contenimento che i bambini conoscono dalla vita intrauterina e dall’altra, riduce la fatica muscolare del portatore permettendogli una posizione più rilassata di schiena, spalle e braccia. Un genitore più comodo si riflette in un portato più rilassato, che statisticamente piange meno e dorme più a lungo.
Ma i vantaggi del portare in fascia li possiamo riscontrare anche nella vita di tutti i giorni: fare una bella passeggiata al parco senza dover fare la Parigi Dakar tra le radici oppure poter andare al mercato senza passeggino, con grande sollievo delle caviglie di massaie e pensionati, o ancora prendere una metropolitana senza avere i sudori freddi all’idea che la scala mobile sia fuori servizio. E finalmente, papà potrà portare il cucciolo d’uomo con sé per la passeggiata serale del quattrozampe mentre voi vi godete dei preziosissimi minuti di silenzio e solitudine facendo…assolutamente nulla!” (Giorgia Spano Istruttrice Portare i Piccoli)



8. Visita con un’ostetrica libero professionista

L’ostetrica si occupa della salute delle donne in ambito riproduttivo, dal menarca alla menopausa. È la professionista sanitaria responsabile dell’assistenza ostetrica, ginecologica e neonatale.

Potresti regalare un incontro con l’ostetrica sia prima che dopo la nascita. L’ostetrica potrebbe offrire sostegno in gravidanza, accompagnando la coppia nel loro percorso di nascita, risolvendo dubbi, offrendo informazioni per una scelta consapevole. Il suo approccio è olistico, non guarda solo il corpo, i numeri, gli esami del sangue. Lei guarda la Donna con le sue emozioni, nel suo ambiente, con uno sguardo a 360°.

Nel travaglio può accompagnare la coppia in ospedale, se questo dovrebbe essere la loto scelta. Offre sostegno e mette in atto tecniche per mettere la Donna nella condizione di vivere questo momento così importante in maniera consapevole e positiva.

Dopo il parto, l’ostetrica offre sostegno per l’avvio dell’allattamento, curando prima di tutto la diade madre-bambino. L’ostetrica può valutare lo stato di salute della donna è del suo pavimento pelvico dopo il parto. Se specializzata in Riabilitazione del pavimento pelvico, potrà anche seguire la donna nel caso in cui ci fosse bisogno di un lavoro più specifico.


9. Un buono sconto per un corso preparto complementare a quello offerto dall’ospedale scelto per il parto

Per essere sicura che la futura mamma è interessata ad un percorso alternativo di accompagnamento alla nascita, puoi proporle di venire all’incontro gratuito che si svolgerà a Desio presso Mamma Raffa, Sabato 7 dicembre alle ore 10.30.5 segreti promo

Si tratta di una sessione HypnoBirthing di 1 ora in cui scoprire i 5 segreti per avere un parto senza paura.
Perché senza paura?
Perché la paura è colei che condiziona maggiormente la nostra esperienza del parto.
Capire come la paura ha effetti fisici che non sempre facilitano il processo del parto mette nella condizione di cercare gli strumenti adatti da usare per fare si che la paura non condizioni più il corpo.

Durante questo incontro ci sarà l’occasione di sperimentare e portare a casa degli strumenti, utili nella gravidanza ma anche nel travaglio, che sosterranno nella preparazione per uno dei momenti più importanti della vita di una donna in modo da viverlo in maniera positiva e consapevole.


10. Calendario della Dolce Attesa

Ho deciso di aggiungere un’idea in più.
Un calendario dell’avvento per le future mamme.

26Sapiamo tutti che in questo periodo tutto prende un ritmo frenetico, si corre alla ricerca di regali per i nostri cari, dimenticandosi di dedicarsi un momento per se.

Io ho pensato a un messaggio giornaliero
che contenga spunti utili per la preparazione al parto. I 24 giorni prima di Natale invito le donne in dolce attesa a prendersi un momento per loro ed il loro bebè nella pancia.

Vuoi ricevere il Calendario della Dolce Attesa? Cominciamo il 1 dicembre!

Iscriviti qui
 
Tu che regalo hai desiderato tanto in gravidanza?