Corso preparto HypnoBirthig – percorso che coinvolge e rende partecipe anche il papà

Corso preparto HypnoBirthig – percorso che coinvolge e rende partecipe anche il papà

Viviamo in un momento in cui ai compagni/mariti viene chiesto, esplicitamente o meno, di accompagnare le loro dolci meta in sala parto, nel momento della nascita del loro bambino. Per anni, in alcuni paesi del mondo, il suo ingresso in sala parto era proibito per legge.

 

Adesso ti viene concessa questa possibilità, caro papà, e sempre più, come te, decidono di fare questo passo. Purtroppo non sempre sei veramente preparato a partecipare a questo evento. Non è semplice stare accanto alla donna che ami senza avere idea di cosa le sta succedendo. A volte ti senti impotente di fronte agli eventi. Non sempre ti piace sentirti semplice spettatore, in più delle volte molto imbarazzato nel non sapere come agire a favore della propria compagna.

 

Entrare in sala parto insieme alla mamma del tuo bambino deve essere una decisione che si prende in modo consapevole dopo aver fatto un percorso insieme. Cosi come la mamma si prepara per il grande evento, anche tu dovresti prepararti. Ansi, prepararsi insieme e uno dei fattori che aumenta le probabilità di avere una nascita dolce e calma, serena e rafforzante. Non è indispensabile! Anche perché ogni papà è fatto a modo suo, cosi come ogni mamma è unica. Se hai pazienza di leggere ancora un po’ vedrai perché dico questo.

 

Papà in sala parto – l’esperienza personale con il proprio compagno di nascita

14389864_l-2Io ho scelto come corso perinatale il corso con metodo HypnoBirthing® proprio perché (ma sssstt – non ditelo a mio marito :) ) cercavo un corso per la coppia. Volevo un corso che coinvolgesse il papà dal inizio alla fine, non solo 3 lezioni su 9 come succede nella maggior parte dei corsi proposti dagli ospedali.

 

Ne avevo bisogno, in primis io, per aiutare mio marito a starmi vicino in sala parto. Avevo bisogno di sapere che faremo un percorso che ci preparerà entrambi al evento più intenso della nostra vita. Volevo che mio marito partecipasse alla nascita di suo figlio. Non mi piaceva per niente l’idea dello spettatore spaesato e fuori luogo in un momento cosi importante per noi 3, la famiglia in divenire.

 

Cosi ho trovato il corso HypnoBirthing®. Purtroppo nel 2012 in Italia non esistevano ancora educatori perinatali specializzati in questo metodo, quindi ho deciso che vista la situazione mi poteva andare bene anche un corso su skype. Detto, Fatto! Ne sono più che felice della scelta fatta. Ho scritto la mia esperienza con HypnoBirthing®.

 

Papà in sala parto – l’esperienza come educatrice perinatale.

Sono partita convinta che ai corsi che terrò i papà saranno sempre presenti. Già dalla prima coppia che ho accompagnato in gravidanza il destino ha voluto farmi capire che forse dovrei essere più elastica nel modo di pensare e vedere le cose.

 

Ho capito che a volte sono proprio le mamme che vedono il percorso di accompagnamento alla nascita come una cosa solo ed esclusivamente per loro e per il bambino che portano nel grembo. Questo non significa che al momento del parto non vogliono il compagno vicino, assolutamente. Ma forse non hanno le aspettative che, per esempio, io avevo riguardo mio marito. Sono mamme che sanno contare su loro stesse e non chiedono al marito, visto che lo conoscono meglio di quanto può farlo l’educatrice perinatale, di fare cose che possono metterli in difficoltà. Oppure sono donne a cui basta sapere che il loro compagno è li. Nient’altro! Non hanno bisogno che i loro compagni facciano qualcosa.

 

Con la seconda coppia che ho accompagnato ho capito che per alcuni padri potrebbe essere sufficiente fare un ripasso del loro ruolo, senza doverli “obbligare” a venire a tutte le lezioni del corso. A loro basta sapere cosa possono fare per le loro compagne, in modo che tutto vada per il meglio. E va benissimo cosi. La cosa essenziale è che ognuno si senta a suo aggio con quello che deve fare.

 

Poi ho capito che i papà che dovranno sostenere le mamme che partoriranno in ospedale hanno un ruolo leggermente diverso rispetto ai papà che dovranno stare accanto alla mamma che partorirà in casa.

 

Papà che hanno deciso di sostenere le loro compagne in ospedale

Il compagno di nascita, cosi come mi piace definire la persona che sta accanto alla mamma durante il parto, ha un ruolo speciale in una nascita HypnoBirthing®. Molte donne che hanno partorito usando le tecniche HypnoBirthing® dicono che il loro successo è direttamente collegato al supporto e l’assistenza offerte dal compagno di nascita. La consapevolezza di essere supportate da un compagno amorevole è uno dei più importanti fattori nel mantenere il benessere emotivo della mamma incinta e del bambino che ha nel grembo, questo a prescindere dal percorso di accompagnamento alla nascita che la coppia ha scelto di fare. Va detto che questo ruolo potrebbe essere compiuto benissimo, se la coppia lo desidera, anche da una doula.

 

È importante condividere le scelte che sono da fare. Dovete sapere entrambi come desiderate che sia il momento del parto, preparando insieme un Piano del Parto e parlarne, sempre insieme, alla vostra ostetrica o al vostro ginecologo, oppure alle persone che se ne occupano nel reparto. La tua buona volontà di voler prendere l’iniziativa nel assicurarsi che  il parto che entrambi avete pianificato diventi realtà è vitale.

 

La tua fiducia aiuterà ad aumentare  la fiducia della mamma, mettendo le basi per una buona relazione anche con il fornitore di servizi sanitari. Non si va mai su piede di guerra, ma si cerca sempre di portare gli operatori sanitari dalla vostra parte, facendo domande in modo diplomatico e aspettarsi risposte chiare e rispettose.

 

Imparando le tecniche per supportare la mamma durante la gravidanza e partecipare, dove necessario, nella pratica da fare a casa, è un modo per rassicurare il vostro bambino che è già una parte importante della vostra vita.

 

Come parte integrante del processo, tu porterai gli elementi necessari di fiducia e garanzia nel ambiente della nascita. Sarai il facilitatore – aiutando lei a rilassare la sua mente come risposta ai tuoi suggerimenti. Il suono della tua voce ed il tocco delle tue mani la guideranno nel travaglio.

 

Potresti comunque sentirti inadeguato nella sala parto. È assolutamente naturale. Mentre guiderai  la mamma nel travaglio, sentirai immediatamente l’importanza di supportarla, continuamente, rassicurandola della sua abilità di partorire dolcemente e di mantenere la calma e la pace. Accompagnandola durante ogni onda uterina, sarai completamente assolto nella sua reazione, e la consapevolezza di avere altre persone attorno sparirà. Saprai istintivamente cosa devi fare e diventerai ignaro del via vai del personale medico.

 

Se ti avvicini a questo parto con la paura di vedere qualcuno che ami soffrire, HypnoBirthing ti aiuterà a lavorare su questa paura. Capirai, insieme alla futura mamma, come funziona il corpo della donna nel momento del parto, e che la natura ha predisposto tutto perché questo accada in modo calmo e dolce.

 

Insieme imparerete tecniche per alleviare il dolore. Il tuo supporto ed il tuo amore aiuterà che questo accada. Sarai il compagno che aiuterà la mamma a prepararsi per il parto e sarai la sua roccia durante il momento in cui il vostro bambino verrà al mondo.

 

Una donna in travaglio può essere vulnerabile e sensibile, ma anche forte, una leonessa. Comunque non è il momento opportuno per affrontare la burocrazia nel momento del arrivo al ospedale, oppure le continue distrazioni da parte dello staff del ospedale. Potrai e avrai anche gli strumenti giusti per diventare l’interfaccia tra la tua compagna e l’ambiente esterno. Tu sarai il suo avvocato, la sua portavoce, la sua guida. Sarai il collegamento tra lei ed il personale ospedaliero, prima e durante il parto. Riceverai le informazioni giuste per riuscire a fare questo in modo rispettoso, calmo e senza intralciare i possibili interventi che si dovranno fare, la dove è veramente necessario.

 

La tua presenza ed il tuo supporto durante il parto non possono essere eguagliate.

 

Nel momento della nascita ti sentirai euforico perché saprai che insieme avete compiuto questo miracolo – uno che nessuno di voi dimenticherà – la nascita del vostro bambino.

 

“Qualcuno diceva che nessuno può amare un bambino come lo ama la mamma. Quel qualcuno non è mai stato padre” .  (anonimo)

 

Vivi con serenità la gravidanza, goditi i calcetti che ti salutano dalla pancia della tua compagna, preparatevi insieme per il grande momento, e vivete ogni attimo in pieno.